Foto di Alessandro Tommasi

A – Le azioni preparatorie

Sono propedeutiche e necessarie per le successive azioni concrete.

Le azioni preparatorie di Strong Sea prevedono:

 

    • le richieste di autorizzazione per lo svolgimento delle attività in mare (A1);
    • la distribuzione di questionari a pescatori e subacquei, per indviduare nell’area del progetto i luoghi in cui sono presenti gli attrezzi da pesca dispersi (ALDFG) e per calibrare le attività di monitoraggio (A2)
    • Aggiornamento relativo alla presenza degli attrezzi da pesca dispersi (ALDFG) ed i tipi di fondali interessati grazie ai rilievi effettuati mediante sonda Multibeam e ROV, strumenti che consentono di valutare lo stato di deterioramento degli attrezzi segnalati e lo stato degli habitat praterie di Posidonia oceanica e coralligeno (A3)